Archivi categoria: Eventi

Retinoblastoma: le eccellenze agroalimentari in campo per la ricerca

Tre grandi chef stellati ai fornelli per “In fondo ai tuoi occhi”, questo il titolo della serata. Il ricavato andrà al reparto di Oftalmologia dell’ospedale Le Scotte di Siena per la cura e la lotta del retinoblastoma, un tumore dell’occhio che colpisce i bambini da zero a tre anni

Prende il titolo di “In fondo ai tuoi occhi” la serata di beneficenza prevista per l’8 giugno a Firenze, nella splendida cornice di Palazzo Guicciardini, organizzata per contribuire nella ricerca del Retinoblastoma, una malattia tumorale che colpisce i bambini di età compresa tra gli 0 e i 3 anni. Una serata che avrà come tema le eccellenze enogastronomiche italiane interpretate da tre giovani chef insieme per “In fondo ai tuoi occhi”. Marco Stabile del ristorante Ora d’Aria di Firenze, Cristiano Tomei dell’Imbuto di Viareggio (Lu) e Filippo Saporito della Leggenda dei Frati di Castellina in Chianti (Si) prepareranno i piatti della serata di beneficenza che si terrà l’8 giugno a Firenze a Palazzo Guicciardini.

Il ricavato della serata andrà al reparto di Oftalmologia dell’ospedale Le Scotte di Siena per la cura e la lotta del retinoblastoma, un tumore dell’occhio che colpisce i bambini da zero a tre anni. Siena, grazie al lavoro della dottoressa Doris Hadjistilianou e del suo gruppo con la dottoressa Sonia De Francesco, è diventato un centro di eccellenza nazionale e di riferimento a livello europeo. Il retiblastoma è un tumore che non si può operare ma si può curare. Se si riesce a prenderlo in tempo i bambini hanno una buona probabilità di condurre una vita normale. E per intervenire con sempre maggiore anticipo e curare in maniera incisiva, sono necessari fondi per l’acquisto i nuovi strumenti sempre più sofisticati. La serata dell’8 giugno ha proprio questo scopo, reperire fondi da destinare a nuove tecnologie. Durante la serata sarà battuta un’asta di vini curata dall’associazione Aset.

Il retinoblastoma. Si presenta come una macchia bianca nella pupilla ma può togliere la vista ad un bambino. Se scoperto molto tardi, può portare all’asportazione dell’occhio o, in casi molto avanzati, anche a pericolo di vita. Si tratta del retinoblastoma ed è il tumore più frequente in età pediatrica. Proprio al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, per la prima volta in Italia, è stato messo a punto il protocollo di diagnosi e terapia della malattia. Il protocollo tiene conto dell’esperienza del Centro di riferimento per il retinoblastoma, affidato alla dottoressa Theodora (Doris) Hadjistilianou che porta avanti un filone di ricerca nato a Siena negli anni ‘50 con il professor Renato Frezzotti.

La terapia. La fase più importante della terapia è la prevenzione. Controlli per evitare di intervenire quando ormai è troppo tardi, se si osserva nella pupilla una macchia bianca o un’alterazione del suo colore normale è indispensabile un’immediata visita dall’oculista. A parte questo a Siena è stata messa a punto la prima cura italiana per il retinoblastoma. L’importante risultato è stato realizzato grazie alla collaborazione della dottoressa Doris Hadjistilianou, responsabile del centro retinoblastoma dell’U.O.C. Oculistica, e del dottor Carlo Venturi, direttore della Neuroradiologia Diagnostica e Interventistica del policlinico Santa Maria alle Scotte. «E’ una nuova opportunità terapeutica – spiega Doris Hadjistilianou – che si aggiunge a quelle tradizionali e che può permettere di evitare l’enucleazione dell’occhio attraverso una tecnica di chemiochirurgia, eseguita dal neuroradiologo e che abbiamo studiato presso lo Sloane Kettering Centre di New York».

I risultati. La nuova cura messa a punto a Siena, ha dimostrato di funziona. Durante la fase sperimentale dello studio in due anni, su 38 bambini trattati, circa il 60% sono guariti, salvando così gli occhi dall’enucleazione. A 6 mesi dalla fine del trattamento si è ottenuta una guarigione dalla malattia in 18 occhi, con il 60 % di successo nel totale dei bambini. Per quanto riguarda i bambini alla prima diagnosi e non sottoposti ad altre terapie la percentuale di guarigione a 6 mesi è di circa il 43%. Per quanto riguarda il gruppo di bambini che già si erano sottoposti ad altre terapie senza successo la percentuale di guarigione a 6 mesi sale al 75%.

Collaborano all’evento: Oltre ai tre chef hanno già dato la loro disponibilità alla fornitura di materie prime, Fipe e Confcommercio Toscana, i Consorzi Chianti Classico, Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino e Vernaccia di San Gimignano, il Consorzio Olio extravergine toscano Igp e quello della Mozzarella di Bufala Campana, pastificio Martelli, Antica Macelleria Falorni, Maison Encry e l’Istituto di Tutela Grappa del Trentino. Hanno contribuito: Pharmaguida, Chiantibanca.

La serata è aperta a tutti su prenotazione. Per Info e prenotazioni 347 3400198

Intel Science Fair 2011: 5 ragazzi italiani in gara

Prenderà il via con l’inizio della prossima settimana a Los Angeles il più importante concorso di ricerca scientifica del mondo per le scuole superiori, l’ Intel International Science and Engineering Fair 2011 (Isef), un’iniziativa della Society for Science & the Public. Oltre 1.500 studenti delle superiori selezionati tramite 443 manifestazioni affiliate in 65 Paesi, aree geografiche e territori condivideranno idee, presenteranno ricerche e invenzioni all’avanguardia e concorreranno per vincere oltre 4 milioni di dollari di premi.
L’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) sarà rappresentata da 198 partecipanti di 33 Paesi, mentre dall’Italia prenderanno il volo sabato 7 maggio per la California anche 5 ragazzi italiani, tutti ventenni, uno di Prato, gli altri da Udine e provincia, con progetti innovativi nel campo della chimica, della fisica e della tecnologia. Tutti loro sono stati già premiati lo scorso anno nell’ambito del concorso scientifico nazionale “I Giovani e le Scienze”, promosso da Fast – Fondazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche anche con il supporto di Intel. Ogni studente che prenderà parte all’evento internazionale a Los Angeles ha infatti conseguito i massimi risultati nei concorsi locali e regionali prima di essere selezionato tra i finalisti di Isef.
I primi premi per i ragazzi e i team che risulteranno vincitori includono il Gordon E. Moore Award del valore di 75.000 dollari offerto da Intel Foundation in onore del co-fondatore nonché Chairman e Ceo in pensione di Intel. Altri due progetti vincenti riceveranno i premi Intel Foundation Young Scientist Award, del valore di 50.000 dollari ognuno; sono inoltre disponibili altri premi per arrivare al valore complessivo di 4 milioni di dollari.
“Tramite una rete globale di manifestazioni scientifiche locali, nazionali e regionali, questo concorso incoraggia circa 6 milioni di studenti di tutto il mondo a stimolare la loro curiosità sul funzionamento del mondo e a sviluppare soluzioni che consentano di risolvere le sfide globali per il futuro”, ha commentato Shelly Esque, Vice President del Corporate Affairs Group di Intel. “I finalisti che si riuniranno a Los Angeles la prossima settimana rappresentano il meglio del meglio, e diventeranno gli innovatori e i leader del futuro”.
“Il concorso Intel International Science and Engineering Fair offre ai giovani scienziati più brillanti di tutto il mondo la possibilità di condividere idee e presentare i loro progetti scientifici all’avanguardia”, ha dichiarato Elizabeth Marincola, President della Society for Science & the Public. “Ispirando e premiando i giovani scienziati, l’iniziativa, giunta alla 62a edizione, aiuterà le nuove generazioni a introdurre nuove soluzioni per le sfide globali, un aspetto vitale per il nostro futuro comune”.
“Oltre all’opportunità di radunarsi e dimostrare la qualità e la portata delle loro ricerche scientifiche, il concorso Intel International Science and Engineering Fair offre ai giovani la possibilità di condividere la loro passione con altri studenti e di essere premiati per la loro curiosità intellettuale. I giovani sono i migliori ambasciatori per la matematica, le scienze e la tecnologia”, ha affermato Guenther Juenger, Intel Director Corporate Affairs, EMEA.
La cerimonia di apertura prevista per lunedì 9 maggio quest’anno sarà presieduta da Jeffrey Katzenberg, Ceo di DreamWorks Animation, mentre l’elenco completo dei finalisti è disponibile all’indirizzo Web: www.societyforscience.org/intelisef2011.

Oltre la crisi: l’Italia che innova

Sergio Rossi, Amministratore Delegato di Oracle Italia, nel suo intervento al convegno di apertura di SMAU 2010Oltre la crisi: l’Italia che innova“, ha puntato l’attenzione sul ruolo del sistema formativo, che ha il compito cruciale di sviluppare nelle nuove generazioni le competenze informatiche necessarie a sostenere la competitività dell’Italia.

“Le competenze informatiche sono considerate fondamentali per lo sviluppo della produttività, la crescita e l’occupazione, lo dice l’Unione Europea, lo diciamo noi aziende dell’offerta da tantissimi anni. Il problema è che dagli annunci ai fatti strada ne abbiamo fatto poca. Oggi gli investimenti non sono più rimandabili. Se non vogliamo perdere i cervelli prima ancora che questi si formino dobbiamo mettere a punto un sistema, anche e soprattutto formativo, che consenta al Paese di crescere. In Oracle da anni lavoriamo in questo senso sia a livello internazionale con la Fondazione Oracle per l’Educazione sia a livello locale con la realizzazione di corsi sulle nuove tecnologie organizzati sia con i nostri partner sia con Università ed enti pubblici“.

Giornata dell’innovazione 2010: incontri formativi gratuiti

Durante la Giornata dell’innovazione 2010, organizzata in concomitanza con Artigiana 2010, la Camera di Commercio di Como e la sua Azienda speciale Sviluppo Impresa propongono incontri formativi gratuiti per imprese ed aspiranti imprenditori.

Speakers’ Corner 1: La Nuova Direttiva Macchine
Un esperto sarà a disposizione per fare chiarezza, fornire risposte concrete ed utili orientamenti in riferimento al decreto legislativo di recepimento della nuova Direttiva macchine 2006/42/CE e al “Pacchetto comunitario” sulla libera circolazione delle merci del 2008 (obblighi, responsabilità, requisiti, controlli, sanzioni, etc..)

Speakers’ Corner 2: Proprietà industriale: brevetti e marchi – come tutelare la mia impresa
Un esperto sarà a disposizione delle imprese c! on lo scopo di informare, consigliare, fornire risposte concrete ed orientamenti utili su come tutelare le proprie idee.

Speakers’ Corner 3: La scelta imprenditoriale
L’incontro, attraverso il confronto con alcuni giovani imprenditori della provincia, si propone di accrescere la consapevolezza e la sensibilità verso la cultura d’impresa, di orientare al ruolo imprenditoriale attraverso la proposta di modelli positivi di sollecitare la propensione dei giovani al “fare impresa” come opportunità per il raggiungimento dell’autoaffermazione personale e professionale.

Gli eventi si terranno giovedì 10 giugno 2010 dalle 14.30 alle 17.00 presso il ComoNext Parco Tecnologico di LOMAZZO ex cotonificio Somaini – Via del Ronco, 15. La partecipazione è gratuita. E’ necessario registrarsi entro il 5 giugno 2010. Ulteriori informazioni sono disponibili nei files allegati e sul sito camerale.