Archivi categoria: Eventi

Bioinformatica 2009: Ricerca e innovazione

 

 

Bioinformatica 2009: Ricerca e innovazione

 

L’Assessorato delle attività produttive della Valle d’Aosta informa che venerdì 11 dicembre, a partire dalle ore 16, si terrà al Forte di Bard una tavola rotonda su Ricerca e innovazione sulle tematiche della bioinformatica  in Valle d’Aosta.

L’evento è organizzato dall’azienda BioDigitalValley con la partecipazione dell’ Università di Milano.

La tavola rotonda sarà l’occasione per raccontare il progetto IMAGE, che BioDigitalValley sta sviluppando grazie al contributo della Regione Autonoma Valle d’ Aosta, in collaborazione con la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Milano e con una rosa di partner scientifici di eccellenza, tra cui spicca l’Istituto per la Ricerca sul Cancro di Candiolo.


Il progetto IMAGE punta ad indagare la possibilità di effettuare nuove scoperte scientifiche in ambito biofarmaceutico mediante l’identificazione, la catalogazione e l’analisi statistica delle immagini pubblicate negli articoli scientifici e collegate ad una determinata patologia o biomolecola. Lo scopo è quello di identificare nuovi potenziali marcatori proteici di malattie di interesse, in ambito oncologico e neurodegenerativo.


Istruzione e cultura dell’innovazione

 

Istruzione e cultura dell’ innovazione

A giugno 2009 la Fondazione per la Cultura Tecnologica-Cotec, impegnata fin dalla sua nascita nel sostegno alle eccellenze tecnologiche, ha realizzato in collaborazione con il mensile Wired e la supervisione scientifica dell’Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali (Irpps) del Cnr, il volume “La cultura dell’innovazione in Italia”, primo episodio di uno studio che avrà cadenza annuale. Lo studio è stato prodotto a partire da un campione di oltre 2000 cittadini italiani, mediante la somministrazione di un questionario concepito per ‘tastare il polso’ della società in merito alla diffusione della cultura dell’ innovazione, con particolare riferimento ai giovani. In tale contesto la Fondazione Cotec organizza un convegno con l’obiettivo di mettere a confronto visioni e indicazioni sul tema della diffusione della cultura scientifica e tecnologica.

 

 
Dove: ROMA – aula Marconi del Cnr, piazzale Aldo Moro 7
Quando: 2 dicembre, ore 16.00
Info: Maria Giovanna Felici, Istituto di scienze sulla popolazione e le politiche sociali (Irpps) del Cnr, Roma, tel. 06/492724210, e-mail: mg.felici@irpps.cnr.it;

Mirella Nannurelli, Cotec, Roma, tel. 06/68134717, e-mail: segreteria@cotec.it, sito web: www.cotec.it


Si parlerà di Innovazione a Castrocaro Terme

 

“L’arte di innovare”
La Cultura dell’ innovazione
VENERDI’ 20 NOVEMBRE 2009, ORE 9,30
GRAND HOTEL TERME, (Padiglione delle Feste), Castrocaro Terme (FC)

Innovazione come elemento strategico di crescita e sviluppo. Partendo da tale presupposto, la Camera di Commercio di Forlì-Cesena e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, hanno deciso di dar vita ad un ciclo pluriennale di eventi: L’arte di Innovare, che incrocia il tema dell’Innovazione con un approccio generale contestualmente declinato sul territorio. La nostra provincia è stata recentemente portata agli onori della cronaca da parte de “il Sole 24 ore” con la pubblicazione della classifica del “BIL” (Benessere Interno Lordo): in questa “classifica” la Provincia di Forlì-Cesena risulta essere il territorio con l’indice BIL più alto a livello italiano, guadagnando 22 posizioni sulla classifica del PIL.
L’intento è quello di proporre una iniziativa che possa essere di stimolo per tutti gli attori locali (sia pubblici, sia privati), per ripensare con senso critico al “come lavoriamo e viviamo” e per cercare di identificare le migliori strategie per governare lo sviluppo ed affrontare con successo le sfide ed i cambiamenti del nostro tempo.


Il programma del Convegno, incentrato sul tema “La cultura dell’innovazione”, vuole focalizzare i seguenti aspetti:
• scandire un lessico di base sul perché e sul come può essere utile pensare all’innovazione
• approfondire lo specifico mondo delle imprese
• riflettere sul come fare innovazione nel territorio e sul come le politiche delle istituzioni possono incrociare e supportare quelle delle imprese
Dopo l’introduzione del Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Tiziano Alessandrini, seguiranno gli interventi di numerosi esperti qualificati.

Coordineranno l’incontro Roberto Camporesi, del Consiglio Generale Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Luca Valli, Direttore del CISE; alle ore 16,00 tavola rotonda, coordinatore Guido Romeo, giornalista del Sole 24 Ore. Concluderà Pier Giuseppe Dolcini, Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

“In questo particolare momento di crisi – afferma Tiziano Alessandrini, Presidente dell’Ente Camerale – diventa quanto mai importante puntare sul “fattore Innovazione” per mantenere livelli competitivi adeguati, instaurare nuovi rapporti o creare alternative possibili agli attuali modelli di sviluppo. Con il Convegno vogliamo promuovere la cultura dell’innovazione in senso lato, sapendo che la stessa non si afferma facilmente in quanto l’investimento produce risultati non sempre immediati. Ma questa è la strada obbligatoria da percorrere per misurarsi con la concorrenza non solo basata sui bassi costi. Il Convegno vuole sensibilizzare non solo le imprese, ma anche il sistema delle istituzioni e la società civile in generale”.
“Da tempo Forlì – dichiara Pier Giuseppe Dolcini, Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì – si interroga sul rapporto tra la città e l’innovazione tecnologica. Non si tratta di una mera celebrazione dialettica della modernità, ma di un serio approfondimento su un modo nuovo ed ormai essenziale di fare impresa. E’ anche per questo che la Fondazione di Forlì, quella di Cesena, la Camera di Commercio di Forlì-Cesena e l’Alma Mater bolognese hanno dato vita nell’autunno del 2008 a RInnova, il cui scopo è, per l’appunto, il trasferimento tecnologico dal mondo della ricerca universitaria ed il mondo delle imprese. Ma non sono solo le aziende che necessitano di innovazione: questa esigenza è avvertita anche dalla pubblica amministrazione, dalla sanità, dal sistema culturale, dalla scuola, e dal welfare. Stiamo quindi pensando di concentrare su Forlì un forte interesse di studio – e di traduzione operativa – sui temi dell’innovazione tecnologica, di fare, in altre parole, di Forlì un punto di riferimento in tal senso, una città dell’innovazione. L’organizzazione del convegno del 20 novembre si muove esattamente in questa direzione.”

A tutti i partecipanti al Convegno verranno distribuiti gratuitamente il libro “Innovazione e sviluppo. Miti da sfatare, realtà da costruire” di Alfonso Gambardella, EGEA, 2009, il “Rapporto annuale sull’Innovazione 2009”, pubblicato da COTEC e il “2° Rapporto sull’Innovazione della provincia di Forlì-Cesena”, pubblicato da CISE, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Forlì-Cesena.

 

 

Informati sul mondo dei docenti e dei distretti industriali italiani.


Finalisti del Progetto 10^100” promosso da Google

 

Questo blog è dedicato all’ innovazione. Consulta anche i nostri blog dedicati a supplenze e banca roma .

Sono state più di 150.000 le proposte ricevute per il concorso “Progetto 10^100” promosso da Google è terminato e stanno per essere comunicati i vincitori.

Dal comunicato di Google:
gli utenti di oltre 170 Paesi hanno presentato più di 150.000 (o circa 10^5,2) idee che spaziano da suggerimenti per grandi aree di investimento a proposte tecnologiche e di implementazione molto specifiche. Avendo notato molte idee simili in merito a determinati argomenti, abbiamo deciso di provare a combinare gli aspetti più innovativi di svariate idee per creare nuovi approcci ad alcuni grandi problemi. Il risultato è l’elenco seguente che comprende le 16 idee principali, ognuna delle quali trae ispirazione da numerose idee inviate dagli utenti. Le idee principali, come promesso, mirano a cambiare il mondo e le strategie suggerite sono parimenti creative.

 

Qui i finalisti.

 

Il Progetto 10100 è un concorso di idee che ha l’obiettivo di cambiare il mondo aiutando il maggior numero di persone possibile.

Sono state presentate più di 150.000 idee.
Abbiamo scelto un gruppo di idee finaliste e il pubblico ha votato quelle che preferiva.

Prossimamente annunceremo le idee vincitrici.


Perché questo progetto?
Mai come oggi tante persone hanno avuto a disposizione una quantità così elevata di informazioni, strumenti e metodi per realizzare buone idee. Eppure, allo stesso tempo, tante persone di qualsiasi condizione sociale potrebbero beneficiare dell’aiuto altrui, grande o piccolo che sia.

A questo proposito, nuovi studi ribadiscono il semplice concetto che raggiunto un certo livello di benessere materiale di base, l’unica cosa che aumenta la felicità individuale nel corso del tempo è l’opportunità di aiutare altre persone.

In altre parole, aiutare va a vantaggio di tutti, sia di chi aiuta, sia di chi viene aiutato.

La domanda è: in che modo si può aiutare? E cosa aiuta di più?

Google non ha queste risposte, ma sa che sono da qualche parte, alla tua portata. Forse in un laboratorio, una società o università, o forse no.

Forse la risposta che può aiutare qualcuno è nella tua testa, in qualcosa che hai osservato, in qualche nozione che ha stuzzicato il tuo interesse, in qualche collegamento che hai notato, in qualcosa di vecchio che per la prima volta hai visto con altri occhi.

Abbiamo selezionato 16 idee principali tra le 154.000 pervenuteci. Il periodo di votazione pubblica è terminato, ma torna presto a visitarci. Prossimamente annunceremo le idee vincitrici.

Che vinca l’idea migliore.