Archivi categoria: Premi

PROMOSEDIA INTERNATIONAL DESIGN COMPETITION

Si rinnova l’appuntamento per under 40 di tutto il mondo invitati ad esprimere originalità e funzionalità per l’oggetto d’arredo senza il quale non riusciremmo nemmeno a immaginare la nostra vita: la sedia. Architetti, designer e studenti regolarmente iscritti agli Istituti Superiori di Design e alle Facoltà di Architettura sono invitati a presentare – entro il 5 maggio 2009 – elaborati originali ed inediti. I progetti, oltre che creativi, dovranno essere anche attuabili e producibili in serie.

Promosedia – ente di promozione e sviluppo del Distretto Industriale della Sedia – prosegue così il suo impegno nei confronti dei giovani, favorendone la visibilità, promuovendone il talento e dando loro la possibilità di farsi notare e apprezzare dalla futura committenza.

Il concorso sensibilizza in particolare i progettisti all’utilizzo del legno: un materiale nobile, naturale e rispettoso dell’ambiente ma soprattutto un elemento fortemente legato alla tradizione del Distretto Industriale della Sedia.

Il bando si rivolge ai progettisti che non abbiano ancora compiuto quaranta anni alla data del 1settembre 2009. Ogni concorrente potrà presentare un solo progetto, in forma singola o associata.
A giudicare gli elaborati, che parteciperanno come sempre in forma anonima, sarà una giuria composta da autorevoli rappresentanti del mondo del design e opinion leader del settore, che assegneranno un 1° Premio assoluto pari a 3.500 euro e potranno assegnare fino a due Riconoscimenti Speciali (ai quali andrà un rimborso spese di 500 euro ciascuno). Promosedia affiderà poi ai maestri prototipisti del Distretto il compito di realizzare i prototipi del Progetto Vincitore e quelli degli eventuali riconoscimenti.

www.promosedia.it


Premio Innovazione 3L 3T

Il Premio
I migliori prodotti tecnologici ideati o varati nel 2008. Il frutto di attività di ricerca e sviluppo, talvolta lunghe e complesse, finalizzate a portare sul mercato innovazioni tangibili, in grado di migliorare il nostro lavoro e la nostra vita.
Sono i risultati delle imprese e dei laboratori attivi in AREA Science Park che già si sono fatti spazio nella competizione internazionale o sono in procinto di affrontare la sfida della commercializzazione. Per valorizzarne potenziale e riconoscibilità e dare risposta alla legittima curiosità che opinione pubblica, istituzioni e investitori manifestano sulle ricadute generate dal parco scientifico, prende il via, in collaborazione con l’assessorato al Lavoro, Università e Ricerca della Regione Friuli Venezia Giulia, la prima edizione del Premio Innovazione 3T 3L.

Cosa significa “3L 3T”
La filosofia del Premio sta innanzitutto nell’attenzione all’impatto che le innovazioni introdotte possono avere sulle cosiddette 3T: Territorio (principalmente Regione FVG), Trieste (e, per estensione, le comunità e gli enti del Territorio) e Te (singoli cittadini). Questi non sono soggetti passivi, meri fruitori potenziali dell’innovazione ma, anzi, con i loro contributi nelle fasi iniziali di lancio sul mercato o come soggetti-test prima del lancio, possono essere “leve” importanti per il successo dei nuovi prodotti.

Tenendo conto di tali aspetti, i diversi gradi di prossimità al mercato hanno determinato le categorie del Premio, suddiviso secondo 3 livelli (3L) : innovazione potenziale “early bird ”, innovazione potenziale “to be”, innovazione reale “in the market”. Nel primo caso si tratta di risultati della ricerca certificati dal punto di vista scientifico e tecnico così come dall’analisi di business, ma non ancora industrializzati. Nel secondo, di risultati già in fase avanzata di industrializzazione, in cerca dei mercati più promettenti. La terza tipologia è quella dei prodotti che hanno già avuto le prime affermazioni, che possono accrescere il proprio mercato e contemporaneamente diversificarsi e sviluppare una propria gamma. Infine, verrà assegnato anche il riconoscimento “Innovation International Strategies”, riservato a imprese e centri d ricerca molto orientati alla globalizzazione con prodotti con un forte impatto potenziale a livello internazionale.

I numeri
I riconoscimenti saranno consegnati il 16 marzo prossimo dall’assessore Alessia Rosolen, in una cerimonia pubblica nel campus di Padriciano. Diverse le categorie in concorso, che hanno visto oltre 100 risultati della ricerca proposti dai centri di AREA. Di questi, 52 hanno superato una prima fase di selezione e attualmente 19 sono in lizza come “nomination” per i riconoscimenti finali. Si tratta di prodotti che vanno dagli stirrer per migliorare la produzione degli altoforni ai misuratori di polveri sottili inquinanti, dalle piante di cacao transgeniche ai farmaci che usano le nanotecnologie, passando attraverso applicazioni elettroniche nei campi più disparati, dalla sicurezza personale alla robotica biomedica e alle soluzioni domotiche e per il risparmio energetico.

La Commissione esterna
La selezione dei vincitori è stata affidata ad una giuria esterna, composta da esperti di valutazione tecnologica, riconosciuti in ambito scientifico, imprenditoriale e finanziario: Francesco Beltrame, ordinario di Bioingegneria presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova nonché Direttore del Dipartimento ICT del CNR e Presidente del Comitato Tecnico Scientifico per la Ricerca Industriale del MIUR; Vincenzo Zezza, responsabile del Centro di competenza politiche industriali per l’impresa dell’IPI; Giuseppe Fresa, Research Promotion Director del Centro Ricerche Fiat; Luigi Gallo, Responsabile Innovazione dell’Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa INVITALIA SpA– Business Unit Territorio nonché responsabile dell’iniziativa Azioni Connesse/Industria 2015 del Ministero per lo Sviluppo Economico; Andrea Caddeo, coordinatore del Venture Capital Committee di AIFI – Associazione italiana del Private Equity e Venture Capital.

Promozione dei risultati
I migliori risultati che hanno concorso alla prima edizione del Premio Innovazione 3T 3L saranno illustrati in una pubblicazione di prossima uscita

Links: www.area.trieste.it/opencms/opencms/area/it/informa/news/2009/news_0070.html


Como – Premiazione ufficiale della Creatività femminile

Domenica 8 marzo alle ore 18.30 presso la Sala Bianca del Teatro Sociale di Como si terrà la premiazione ufficiale delle vincitrici del “Bando Creatività femminile per la concessione di premi economici per le migliori idee imprenditoriali”.
Il bando, promosso dalla Camera di Commercio di Como in collaborazione con il Comitato per l’Imprenditoria femminile e l’azienda speciale Sviluppo Impresa ha lo scopo di agevolare la nascita di nuove imprese femminili ed incentivare lo sviluppo delle giovani imprese già operanti nella provincia di Como.
I progetti, suddivisi in due categorie (nuova imprenditoria e aspiranti imprenditrici), sono stati valutati da un’apposita Commissione composta da:
– Giorgio Carcano, Presidente della Commissione
– Maria Casati, in rappresentanza delle associazioni di categoria
– Ornella Gambarotto, Presidente del Comitato Imprenditoria femminile di Como
Saranno assegnati sei premi per un importo totale di 15.000 euro.
La premiazione avverrà durante l’incontro organizzato dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria femminile in occasione della Giornata della Donna dal titolo “Le scrittrici” a cui parteciperanno anche Elda Olivieri – attrice e regista dello spettacolo di prosa “Vita Virginia – Pensieri e dialoghi dai carteggi e dai diari di Virginia Woolf e Vita Sackville-West”, Adele Pellegatta – attrice e Elisabetta Barzaghi – giornalista.
Al termine seguirà, alle ore 21.00 lo spettacolo di Prosa Vita Virginia – Pensieri e dialoghi dai carteggi e dai diari di Virginia Woolf e Vita Sackville-West, di Elda Olivieri.

Camera di commercio di Como, Ufficio comunicazione, Elisa Garganigo, tel. 031 256516, fax 031 240826, e-mail: garganigo@co.camcom.it


INNOVAZIONE E TECNOLOGIA PREMIATE A SAMULEGNO

Commenti di imprenditori ed operatori del settore del mobile orientati alla prudenza e clima di forte incertezza da parte degli osservatori economici, è quanto emerge al giro di boa della 17^ edizione di Samulegno, Salone delle macchine e tecnologie per la lavorazione del legno, in corso alla Fiera di Pordenone fino a domenica 15 febbraio.

Il settore legno mobile è quello più penalizzato all’interno del comparto manifatturiero con cali di produzione, fatturati e ordini esteri che raggiungono il 15% nel pordenonese, dove questo si traduce in un inevitabile calo della produttività e nel ricorso alla cassa integrazione.

E questo il clima economico nel quale si svolge Samulegno, Salone attraverso il quale Pordenone Fiere vuole comunque lanciare un segnale di ottimismo e di attenzione verso gli operatori economici del distretto del mobile del Livenza, pubblico privilegiato al quale la manifestazione si rivolge.

L’innovazione applicata e la ricerca tecnologica: questi sono i due fattori sui quali Samulegno ha puntato i suoi riflettori invitando gli espositori a presentare i loro prodotti tecnologicamente più avanzati sul palcoscenico di Focus High Tech, il percorso dell’innovazione. Una particolare segnaletica accompagna i visitatori a scoprire all’interno degli stand i prodotti più nuovi e le tecnologie più avanzate, mentre una serie di incontri, seminari e convegni affrontano, durante le giornate di fiera, temi di particolare importanza nella produzione di mobili e lavorazione del legno.

Proprio per sottolineare il valore della ricerca e dell’innovazione, Pordenone Fiere ha istituito il Focus High Tech Award, un premio che anno dopo anno sarà assegnato alle aziende che maggiormente si saranno distinte per investimenti in ricerca tecnologica e innovazione di prodotto. Samulegno 2009 ha tenuto a battesimo la prima edizione del Focus High Tech Award che è stato assegnato a Metal World, azienda leader nel settore dell’utensileria. Ieri la consegna della targa d’argento a Franco Paviotti, il titolare, al termine della conferenza stampa nella quale l’azienda ha presentato, in anteprima assoluta un nuovo brevetto. Si tratta di Zero System, un cambio utensile di nuova generazione che permette una velocità di avanzamento della lavorazione superiore del 30% e una qualità di finitura molto migliore rispetto ad una analogo utensile montato su sistemi di fissaggio normali. “I tempi sono quelli che conosciamo. La tentazione di stare a guardare ad aspettare che il clima cambi e la bufera passi è forte. Ma è in tempi come questi che bisogna investire e percorrere con più impegno che mai la via della ricerca e dell’innovazione”, il commento di Paviotti nel ricevere il riconoscimento che premia proprio l’impegno dimostrato dalla sua azienda nell’investire in ricerca di prodotto di cui il brevetto presentato a Samulegno è un esempio di eccellenza.

Innovazione e conoscenza è da qui che Samulegno vuole partire per il rilancio di un settore fondamentale per il nostro territorio. “Nonostante le inevitabili difficoltà di questo periodo, Pordenone Fiere è presente con Samulegno a fianco degli imprenditori del mobile per continuare a dare a questo territorio una manifestazione ricca e importante con il meglio dell’offerta di macchinari e tecnologie per il loro lavoro”, il commento di Alvaro Cardin, presidente di Pordenone Fiere, che continua, “Samulegno è qui anche quest’anno con oltre 200 aziende espositrici, tre padiglioni coinvolti per un totale di 12.000 mq con il meglio dell’offerta tecnologica del settore e con le novità del mercato. Quest’anno più che mai questa manifestazione è il frutto di un gioco di squadra al quale hanno partecipato soggetti economici ed istituzionali di primaria importanza del territorio: il centro di ricerche del CATAS, il Consorzio Universitario, l’Associazione di categoria dei produttori di macchine per il legno Acimall, il Polo tecnologico, il Distretto del Mobile e la scuola del mobile di Brugnera, tutti attori coinvolti nella promozione e organizzazione di Samulegno, Salone dal quale mi auguro che il settore trovi gli stimoli per ripartire verso quella ripresa che tutti aspettiamo”.