Scegliere un camino a bioetanolo o elettrico invece di quello tradizionale

Un camino a bioetanolo scalda con la potenza di un caminetto tradizionale, è capace di evocare la stessa atmosfera magica e accogliente, ma è più conveniente, più indicato per la salute e non sporca.

 

Questo perché il bioetanolo è un alcol ecologico, derivante da composti vegetali.

Durante la combustione, che avviene sempre al di sotto dei 400 °C, non vengono emessi fumi nocivi, odori pungenti o fuliggine, gli unici prodotti di scarto sono vapore acqueo e anidride carbonica, in una quantità pari a quella che emanerebbero due candele.

 

Quindi un caminetto di nuova generazione può essere usato da chiunque, dato che per acquistarlo è possibile spendere anche meno di 50 euro, e che per utilizzarlo, non è necessario il collegamento alla canna fumaria.

Sicure, poco inquinanti e inodore, i camini a bioetanolo non necessitano nemmeno di allacciamento all’impianto a gas o alla rete elettrica; sono facili da montare e i modelli sono davvero tantissimi: da quello piccolo e ad incasso a quello di design realizzato con materiali pregiati, e da quello ipertecnologico con telecomando e sistema domotico inclusi a quello movibile, per trasportarlo agevolmente in tutte le stanze.

 

La capacità di riscaldamento di una stufa a bioetanolo è particolarmente elevata, dato che in un ambiente di 40/50 metri quadri è in grado di portare la temperatura verso livelli ottimali in brevissimo tempo, con un aumento di circa 10 gradi ogni ora.

 

Discorso simile anche per i caminetti elettrici: indicati per chiunque voglia avere in casa un apparecchio dalle linee raffinate ma che irradi calore senza l’ausilio della combustione. Inoltre, grazie ad un sistema di telecontrollo completamente automatizzato, il camino elettrico è anche in grado di mantenere la temperatura desiderata per tutto il tempo che occorre.

 

Le tipologie e i modelli sono molteplici: un caminetto moderno può essere così sottile e leggero da essere appeso alla parete come un quadro.

Il calore viene diffuso grazie a due resistenze, il cui effetto fiamma viva di lampadine o fibra ottica è variabile a piacimento, anche nel colore.

Alcuni caminetti elettrici arrivano completi di sistema di riscaldamento decentralizzato rispetto alla visione della fiamma, cosicché quest’ultima possa essere utilizzata solo nel suo aspetto piacevolmente decorativo, soprattutto quando non si abbia la necessità di riscaldare l’ambiente.

In più, molti caminetti elettrici sono dotati di ionizzatore, sono in grado cioè di migliorare la qualità dell’aria ove siano presenti soggetti allergici.

 

Per far funzionare un finto camino, è sufficiente collegarlo alla presa elettrica; non necessita di un sistema di ventilazione, e non funzionando a combustione può essere installato laddove una stufa tradizionale non potrebbe, ad esempio in camera da letto o in una stanza priva di finestre.