Archivi tag: agenzie investigative

Ecco i Governi che usano programmi da agenzie investigative

Un’azienda italiana ha creato un software in grado di intercettare le persone vicine al computer, oppure di recuperare da esso informazioni riservate. La notizia è che questo programma verrà utilizzato dalle agenzie investigative governative di tutto il mondo.

Il programma come supporta le agenzie investigative? Il software scannerizza diversi server nazionali, per cercare i server governativi (che sono top secret). Da questi, il sistema riesce a scoprire migliaia di indirizzi IP, utilizzati per recuperare informazioni per conto delle agenzie investigative.

Per sapere quali sono gli Stati che hanno utilizzato questo sistema, basta vedere dove queste informazioni vengono spedite per la rielaborazione finale. Un rapporto internazionale ha inserito anche l’Italia tra i Paesi che utilizzano questo sistema da 007 per recuperare informazioni riservate, accanto a Paesi orientali a rischio e ad altri Paesi europei che hanno deciso di dotare le proprie agenzie investigative di questo strumento (come l’Ungheria).

Il sistema così sofisticato è molto utilizzato in molti Paesi che hanno un regime autoritario: le agenzie investigative dei Governi possono così intercettare eventuali ribellioni sul nascere. Secondo uno studio internazionale, alcuni giornalisti etiopi sarebbero stati intercettati così dalle agenzie investigative, ma non c’è la sicurezza di un collegamento con il Governo di questo Paese.

Data la complessità del programma, l’azienda italiana che lo ha prodotto vende solo alle agenzie investigative legate con i Governi. Per l’Italia, lo strumento viene utilizzato per le indagini delle forze dell’ordine, soprattutto nei reati che riguardano il mondo informatico: phishing, pornografia, ecc.

I rischi dell’utilizzo di questo software o di programmi simili sono diversi: oltre a essere molto pericolosi (perché possono consentire ricatti), infettare i sistemi potrebbe essere un sistema per distruggere la concorrenza. Per questo, l’azienda produttrice ha scelto una nicchia specifica per il suo prodotto, ma si tratta di una decisione privata.

Un caso analogo riguarda le agenzie investigative francesi e il programma Vupen. Questo software si basa sulle e-mail di spam con virus: il sistema costringe l’utente ad aprire l’allegato della e-mail, infettando così il sistema per recuperare le informazioni più interessanti.

Il dibattito sull’uso o meno di questi strumenti nelle agenzie investigative è ancora acceso: l’unica certezza è che i dati personali non sono mai al sicuro come pensiamo.