Archivi tag: e-commerce

L’apertura di un sito di e-commerce: le nozioni di base

Proprio come l’avvio di un’attività normale, avviare un sito di e-commerce non è facile. Tuttavia l’obiettivo di creare, avviare e mantenere siti dove imprenditori, designer e creatori di ogni genere possono vendere le loro merci è ora più accessibile di quanto non sia mai stato.

Le aziende di e-commerce, che sono aziende che trasmettono beni, servizi e fondi su Internet, gestiscono la gamma in termini di dimensioni e portata, dai colossi al dettaglio come Amazon ai siti di artigianato Etsy .

Lo shopping online è solo una delle tante arene che hanno visto un’estesa crescita negli ultimi cinque anni. A seconda del tipo di attività in cui ti trovi, potrebbe essere sensato avviare il lato e-commerce della tua azienda prima di prendere in considerazione qualsiasi impostazione di brick-and-mortar. Esistono tuttavia alcune differenze fondamentali nell’approccio all’avvio di un’attività di e-commerce rispetto a un’attività tradizionale.

Creare un rapporto di fiducia

Con l’e-commerce, hai davvero bisogno di creare fiducia, perché le persone non ti vedono di persona quindi potrebbero essere scettici. La cosa buona è che, con blog e social media marketing è più facile che mai costruire questa fiducia. Dai loro un’occhiata interna alla tua vita e alla tua attività, e loro vorranno sostenerti.

Prima di lavorare per creare un rapporto di fiducia con la futura clientela, dovrai gettare le basi compilando i documenti appropriati e assicurandoti di essere conforme a tutte le agenzie necessarie, proprio come faresti con un’azienda in un luogo fisico. Applica la vasta gamma di strumenti marketing mix e gestisci bene gli strumenti per sponsorizzarti.

Come avviare un business e-commerce: lavorare attraverso la burocrazia

Ci sono alcuni iter burocratici di base da saltare sulla strada per avviare un’attività di e-commerce. Tra questi si includono:

  • Selezione e registrazione di un nome commerciale.
  • Bloccare un nome di dominio e un sito web aziendale: un buon nome aziendale non vale la pena senza un buon nome del sito web.
  • Selezione della struttura aziendale che meglio si adatta alle tue esigenze, tra cui unico proprietario , partnership, LLC o società .
  • Ottenere un numero di identificazione del datore di lavoro (EIN), necessario anche per le imprese senza dipendenti.
  • Ottenimento di permessi commerciali e licenze , dal momento che il funzionamento online non esonera le aziende dal richiedere licenze per le vendite o le licenze di attività commerciali a seconda dello stato.

A questo punto, le imprese di mattoni e malta possono uscire e lavorare per la sicurezza immobiliare o uno spazio commerciale per la loro attività. Gli imprenditori di e-commerce, d’altra parte, devono iniziare a costruire la loro presenza online.

E-commerce: originalità e strategie SEO per un sito di successo

Fondare il proprio sito di e-commerce su idee originali e creative è una buona base di partenza e una strategia efficace: gli utenti del web sono sempre a caccia di prodotti unici e capaci di stupire. Tuttavia la concorrenza è spietata e fidelizzare i propri clienti o acquistarne di nuovi diventa sempre più complicato.

 

Ricorrere all’uso di specifiche tecniche seo per ecommerce dunque non soltanto è solo utile, ma ad oggi rappresenta una vera e propria necessità. Grazie alla Search Engine Optimization infatti è possibile sfruttare determinate chiavi di ricerca per posizionare al meglio il proprio sito e arrivare il più rapidamente possibile al proprio target di riferimento.

 

Ad oggi solo in Europa sono oltre 715.000 le aziende di e-commerce, mentre in Italia ormai il numero di maniaci dello shopping online cresce di anno in anno; negli ultimi 3 mesi sono stati 18,8 milioni gli eShopper ad aver fatto acquisti in rete.

E se anche voi siete tra questi allora non perdetevi qualche consiglio per fare shopping tra idee uniche e originali.

Foto da drawmeasong.com

 

Draw Me a Song ne un esempio lampante di creatività messa al servizio dell’e-commerce. Il sito infatti vende cartoline, biglietti d’auguri e notebook con singolari illustrazioni di canzoni famose, da Single Ladies di Beyoncè a Rehab di Amy Winehouse, fino a Imagine di John Lennon.

 

È originale e insolito anche il sito e-commerce Eatingtools, un vero e proprio punto di riferimento per chi cerca accessori e utensili per la cucina di classe. Il design fa da padrone e alcuni pezzi sono unici e realizzati a mano.

 

Anche in Italia non mancano le idee vincenti. WineOwine per esempio ha reso possibile l’entrata nel mercato online dei piccoli produttori di vino, i quali pur realizzando prodotti di qualità, a causa degli scarsa quantità di ordini, non riescono mai a rientrare nei grandi circuiti di vendita.

 

Foto da Italiamia.com

 

La moda è invece la grande protagonista di Italist, un sito e-commerce americano ideato e creato da due italiani.  Nato per creare un’esperienza di shopping esclusiva, racchiude come in una grande via virtuale, tutte le più famose boutique italiane.

 

Per arredare casa con gusto e originalità, Shoppable è il sito perfetto. Gusto, semplicità e atmosfere del norduropee caratterizzano la maggior parte dei prodotti in catalogo, dai mobili, all’illuminazione, dai tessili fino agli attrezzi per la cucina.

 

Avere un negozio online significa dunque investire in nuove strategie di comunicazione e sapersi adattare ai continui cambiamenti del web e dei suoi utenti, sempre più esperti nella ricerca di ciò che realmente desiderano.