Archivi tag: finanziamento

Innovazione ed energia rinnovabile: l’Italia non sfrutta i finanziamenti europei

Il nostro Paese è davvero pronto per l’innovazione? Se si guarda a come usa il finanziamento che arriva per le rinnovabili, la risposta sembrerebbe negativa. Un’indagine della Corte dei Conti dalla Comunità Europea ha sottolineato che, nonostante i molti fondi messi a disposizione, il nostro Paese non ha approfittato della grande occasione per dare una sferzata di innovazione al sistema della produzione di energia. Quello delle energie rinnovabili è un settore fondamentale oggigiorno e, in più, anche molto redditizio, dato che permette non solo di strizzare l’occhio all’ambiente, ma anche di abbattere notevolmente dei costi che sono troppo elevati e dei quali tutti si lamentano. Se questo in Italia viene ammesso in teoria, in pratica siamo molto poco attenti alla questione, lasciandoci sfuggire una grande occasione. Volendo dare qualche cifra, si pensi che il Quadro Strategico Nazionale 2007/2013 ha messo a disposizione del nostro Paese circa 4 miliardi di euro, ma di questi solo il 25% è stato sfruttato e i fondi scadranno tra un anno. Insomma, i dati parlano chiaro su quella che è la situazione in Italia. Lo dimostra anche il fatto che neppure le regioni che devono trovare un nuovo modo per rialzarsi e trovare una rinascita economica (Puglia, Campania, Calabria e Sicilia) non hanno usato che 292 milioni di euro di quanto spettava loro. Se ci si lamenta del fatto che mancano incentivi statali e sovranazionali per lo sviluppo e l’innovazione, si dovrebbe anche tenere presente che, anche quando questi esistono e sono stanziati, non vengono sfruttati.

Pordenone – Archimede dietro l’angolo

In Camera di commercio a Pordenone è disponibile il nuovo DVD sui brevetti, contenete esempi di imprenditori virtuosi del FVG, che hanno affrontato la sfida della brevettazione e ne sono usciti vincenti. Si tratta della concretizzazione del lavoro a quattro mani delle Cciaa della Regione, che da alcuni anni realizzano attività a supporto della brevettazione, con il finanziamento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
Quest’ultima infatti, consapevole delle ricadute che la brevettazione può avere sul tessuto economico produttivo, si è dotata di un’apposita normativa per favorire l’innovazione presso le PMI aventi sede nel territorio regionale. Gli interventi previsti consistono, in particolare, nella compartecipazione alle spese legali sostenute dalle PMI per la tutela di loro brevetti e nell’attività informativa diretta alle PMI sulla brevettazione.
Alcuni numeri sui brevetti pordenonesi: nel 2007 sono stati depositati in totale 654 brevetti, cresciuti a 684 del 2008. Sono cresciute, in particolare, le invenzioni industriali e le traduzioni del testo di brevetto europeo. Sempre nel 2008, il bando finanziato con fondi camerali ha visto concessi ben 48 mila euro, tutt’ora in corso di erogazione. Archimede 2008, questo il nome del bando, ha riscontrato un notevole successo, tanto da spingere l’ente ad aumentare lo stanziamento da 25 mila a 48 mila euro.
“La Camera di Pordenone – evidenzia il presidente, Giovanni Pavan – porta avanti con convinzione il sostegno fornito alle imprese del territorio per la brevettazione. Il DVD è un’ulteriore concretizzazione di questo impegno: le Camere di Commercio si sono suddivise i settori economici da presentare e Pordenone si è focalizzata sul recente Distretto della componentistica e della meccanica, che concentra il 61,3% delle aziende dedite alla fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche, di prodotti in metallo, macchine e apparecchi meccanici, della provincia di Pordenone”.
A rappresentare questo cluster produttivo è stata scelta l’azienda Marcolin Srl, che nel DVD viene intervistata in particolare relativamente ad un brevetto innovativo di copertura per camion ribaltabili.
“Nonostante il difficile momento economico –  si è espresso Franco Sartor, titolare di Marcolin Srl – la nostra azienda cresce, a dimostrare che è anche e soprattutto attraverso l’innovazione che è possibile restare competitivi sul mercato, anzi migliorando le proprie performance”.
“Mi auspico che sempre più numerosi possano essere – ha concluso Pavan – in provincia e in regione, gli esempi virtuosi di imprese rivolte all’innovazione, e proiettate al futuro”.

Camera di commercio di Pordenone
tel. 0434381613,


Innovazione, in Italia è moderata e sotto la media Ue

 

Innovazione, in Italia è moderata e sotto la media Ue
Greenreport –
Nell´Ue le risorse umane e le disponibilità di finanziamento per l´innovazione sono cresciuti sensibilmente. Gli investimenti delle imprese restano però
UE: ITALIA SOTTO LA MEDIA EUROPEA PER INNOVAZIONE E RICERCA IRIS Press – Agenzia stampa nazionale
Ricerca e innovazione: Ue, Italia sotto la media The Instablog
UE: PUBBLICATO RAPPORTO, ITALIA TRA 17 PAESI IN CUI E’ AUMENTATA IRIS Press – Agenzia stampa nazionale
e altri 7 articoli simili »