Archivi tag: trasloco

Qual è la migliore stagione per un trasloco?

Se avete il lusso di poter scegliere il momento dell’anno in cui cambiare casa, può essere ragionevole domandarsi in tempi non sospetti se sia meglio spostarsi di abitazione durante l’inverno, l’autunno, l’estate o la primavera. Ma quale è la risposta giusta? Per saperlo abbiamo domandato agli esperti della pagina di traslochi Roma prezzi: leggete con noi per saperne di più!

Inverno

Evidentemente, da un punto di vista meramente climatico, l’inverno è il periodo peggiore dell’anno per cambiare casa. L’imprevedibilità della stagione invernale è d’altronde una ragione sufficiente per indurre le persone a rinviare l’operazione in un contesto climatico più favorevole. Tuttavia, è anche vero che si può avere la fortuna di avere un clima mite proprio nel giorno del trasloco, rendendo dunque questa operazione più piacevole rispetto alla torrida estate.

In tal senso, non sfugge però come il freddo sia sgradevole per voi e per chi si occuperà del trasloco, e come le caratteristiche temperature sotto zero possono anche danneggiare alcuni degli oggetti più delicati che state portando con voi. Di contro, generalmente le tariffe delle società di trasloco durante questo periodo dell’anno tendono ad essere mediamente più basse.

Primavera e Autunno

Come intuibile, il momento migliore per trasferirsi di casa dipende dalle circostanze personali ma… la maggior parte degli esperti di trasloco concordano sul fatto che la primavera e l’autunno siano probabilmente le stagioni migliori per traslocare casa.

Prima di tutto, in questi frangenti le condizioni meteorologiche dovrebbero essere molto più miti, soprattutto se ci si sposta durante la metà o la tarda primavera, o all’inizio e metà autunno. Quindi, dimenticate il freddo gelido, la neve e il ghiaccio, così come l’afa e il clima torrido di piena estate.

In secondo luogo, così facendo il vostro trasloco cadrà fuori dalla stagione di picco dei traslochi, da inizio maggio a fine settembre. Dovreste pertanto essere in grado di approfittare delle migliori offerte di trasferimento, con prezzi più bassi, e di una maggiore disponibilità in termini di calendario.

Estate

Chiudiamo infine con l’estate, la stagione più popolare per il trasloco e… non un caso! Il tempo estivo è generalmente quello più opportuno, garantito per essere buono a meno che non siate abbastanza sfortunati da dover traslocare in giornate estremamente calde o nel bel mezzo degli acquazzoni estivi.

Inoltre, in estate è molto più facile ottenere alcuni giorni di ferie per rivolgere la massima attenzione alle proprie esigenze di trasferimento. Se avete bambini a scuola, spostarsi in estate sarà un buon momento per loro di cambiare istituto proprio grazie alla pausa estiva.

Insomma, sebbene molto dipenda delle vostre esigenze e possibilità personali, se avete la fortuna di poter scegliere quando cambiare casa, l’importante è evitare il pieno inverno e la piena estate, che a causa del clima poco favorevole potrebbero pesare eccessivamente sulla bontà delle operazioni. Meglio invece posizionarsi all’inizio o alla fine dell’estate, in prossimità della primavera o dell’autunno, quando si potrà fruire del giusto mix tra condizioni, clima e disponibilità di favore.

I prezzi per traslocare un appartamento a Roma

Programmando le spese di trasferimento prima di un trasloco a Roma è necessario valutare che le nostre finanze possano permettere di venire incontro alle nostre esigenze. Mantenere bassi i prezzi di un trasloco diventa importante e tramite un preventivo online si possono prendere accordi che devono essere chiari fin dal primo momento. Il preventivo essere compilato tramite un’azienda di fiducia oppure può essere richiesto e valutato tramite varie aziende online, le quali offrono un prospetto chiaro in maniera veloce, gratuita e senza impegno. Alcune aziende di traslochi possono lavorare a tariffe, differendo tra una vasta gamma di prezzi  e lasciando la scelta di quelle soluzioni che risulteranno più consone al cliente.

Il prezzo di un trasloco non è l’unico indicativo di qualità. Orientativamente, non è sufficiente scegliere la propria soluzione solo in base all’offerta più bassa. Esistono infatti varie fasce che variano a seconda della scelta di contenere i costi con del fai da te oppure quella di lasciare il grosso e il difficile del lavoro, le operazione di smontaggio, imballaggio, trasporto, sistemazione e pulitura, agli operai della ditta.

 

Alcuni esempi di prezzi per un trasloco nella capitale

Questi esempi ci forniscono un’idea su quali siano le cifre standard che possiamo trovare per un trasloco da o verso Roma.

Per un trasloco tutto incluso “chiavi in mano” i prezzi possono partire da 800 euro.

Traslochi che non comprendono lavori successivi sull’appartamento, con prezzi a partire da 450 euro che possono scendere fino a300 euro per gli ultra economici.

I pratici del fai da te invece potranno risparmiare sistemando da soli i propri mobili e chiedendo solo il loro trasporto fino a far scendere il prezzo a 135 euro per un trasloco dentro Roma.

Al prezzo di base vanno aggiunte altre varianti: il trasporto di una camera da letto, compresa di smontaggio, imballaggio e trasporto, può far salire il costo di 200 euro, mentre per la cucina si arriva a 300 euro, inclusi i costi che potrebbero essere necessari per l’intervento di un idraulico.

 

Imballare oggetti fragili

Ciò che non dovrà mancare per proteggere gli oggetti fragili dagli urti è tanta carta di giornale per un primo avvolgimento, del nastro adesivo, rotoli di pluriboll o in alternativa bustine di pluriboll, etichette adesive per organizzare gli scatoloni in sezioni, polistirolo e ovviamente una buona dose di pazienza. Affidare il lavoro di imballaggio agli operai del trasloco ovviamente farà aumentare il prezzo finale.