Come vengono aspirati i fumi nei sistemi industriali

L’aspirazione fumi è un processo che interessa soprattutto le aziende che si occupano di saldatura e che espongono i propri operatori a fattori di rischio per la loro salute.

 

Tra questi, uno dei principali riguarda la fumosità che si produce durante il processo di saldatura; un’operazione di saldatura genera una miscela composta da un mix di elementi chimici, organici e inorganici. La sua composizione e concentrazione è legata alla tipologia di materiale che si va a saldare, alla composizione dell’elettrodoto, al tipo di materiale d’apporto e al tipo di sostanza che ricopre il manufatto da saldare.

 

Il rischio maggiore legato ai fumi di saldatura è che negli stessi potrebbero trovarsi metalli allo stato solido o gassoso, anche particolarmente nocivi, un esempio è la saldatura degli acciai inossidabili che contengono cromo e nichel oppure le saldature MIG di leghe leggere che possono presentare metalli come l’alluminio, il manganese e il piombo.

 

L’aspirazione dei fumi è determinante per preservare la salute dei saldatori dalle malattie respiratorie.

Per un’azienda, dotarsi di impianti di aspirazione fumi di saldatura, smerigliatura, taglio al plasma, taglio laser, è fondamentale, ma attenzione a scegliere solo aspiratori per fumi e filtri progettati e sviluppati ad hoc.

 

I sistemi di aspirazione fumi non sono tutti uguali ed è possibile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze di produzione:

 

  • soluzioni centralizzate – sono le più sicure ed efficienti, in quanto permettono l’aspirazione localizzata sul punto di saldatura – come previsto dal’art. 28 D. Leg. n° 81/2008. La soluzione centralizzata convoglia i fumi tramite tubi a un filtro centralizzato autopulente ad alta efficienza ed espelle in atmosfera l‘aria trattata secondo il decreto legislativo 152/2006;

  • soluzioni fisse salvaspazio – perfette quando le postazioni per la saldatura sono localizzate in precise aree. Si tratta di sistemi di aspirazione fumi di tipo pensile;

  • soluzioni mobili – utili quando la postazione di saldatura non è localizzabile in una determinata area per la tipologia di manufatto da lavorare o per peculiarità aziendali;

  • soluzioni portatili – da usare in tutte quelle attività di saldatura in cui, il punto da saldare, non è facilmente raggiungibile e quindi precluso ad altri sistemi di aspirazione.

 

Gli impianti di aspirazione fumi sono disponibili anche per tutte quelle aziende che lavorano nel campo delle polveri esplosive o a contatto con esse, sono sistemi omologati che rispettano la normativa ATEX 94/9EC. Gli impianti ATEX presentano bracci con tubi antistatici con doppia messa a terra, che evita la formazione di elettricità statica e di scintille nel condotto.